Skip to content

6 – Intervista il candidato consigliere

22 maggio 2014

Proseguono le interviste per conoscere più a fondo i nostri candidati al consiglio comunale. Vogliamo sapere cosa li muove, quali motivazioni danno vita al loro impegno, quali sentimenti li animano. Oggi risponde al nostro pseudo Questionario di Proust il candidato Claudio Albini.

CLAUDIO ALBINI

Al gazebo....

Al gazebo….

con la band...

con la band…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono nato a Milano nel giugno del 1975 e da allora abito a Trezzano Sul Naviglio. Sono cresciuto qui, all’ombra del campanile di San Lorenzo. Prima l’asilo in via Verdi, con le Suore, poi le elementari in via Manzoni, le medie in Gobetti e le vasche nella piscina di Gudo Visconti.

Dalla fine degli anni 80 il Liceo Scientifico e i pomeriggi passati in oratorio, dove sono cresciuto, prima come bambino poi come animatore ed educatore. Lì mi sono formato e lì spero di aver lasciato qualche traccia.

Nei primissimi anni 90 l’incontro con il mio primo grande amore: la chitarra. Non smetterò mai di ringraziare Mercedes Mas, oggi candidata alle elezioni europee, per avermi insegnato a correre tra quelle 6 corde. Sono rimasto un autodidatta, neanche troppo bravo, ma la passione per la musica mi ha portato a togliermi piccole soddisfazioni. Con le band foramate nei garages mi sono ritrovato, nella seconda metà degli anni 90, a suonare nei locali di Milano e provincia. Che serate!

Ma la passione per il palco non si è esaurita qui. In quegli anni ho incontrato quello che continua ad essere il mio grande amore: mia moglie. Lei mi ha accompagnato, con la compagnia che ha fondato e diretto, davanti alle quinte del teatro e, insieme ad un nutrito e compatto gruppo di amici, abbiamo messo in scena le nostre storie in piccoli e grandi teatri del milanese.

Nel 1999 una Laurea in Psicologia, nel 2000 il servizio civile in Croce Verde e nel 2001 la formazione della mia famiglia. Prima in due, poi in tre con l’arrivo di Luna (il nostro cane) e il coronamento di tutto con la nascita di Simone, Chiara, Diego e Niccolò: i nostri 4 splendidi figli.

Figli vuol dire scuola. Da qui il mio nuovo impegno nel territorio: prima nel comitato di Gestione del Nido Comunale, una vera eccellenza, e poi come membro e, da 5 anni, presidente del consiglio di istituto del comprensivo Gobetti. Un appassionante lavoro che ha come unico obiettivo l’affiancamento alla scuola per migliorare la qualità delle strutture e dell’offerta formativa. Ultimo successo, ma solo in ordine di tempo, la rimozione dell’amianto in Manzoni e Gobetti. Ma non ci si può fermare.

Attualmente lavoro per una grande Agenzia per il Lavoro.

Domanda n. 1) Oltre alla passione politica quali sono i tuoi hobby, le cose che ti piace fare, come ti rilassi nel tempo libero?

Cerco di fare al meglio il papà, ma c’è sempre tempo per una schitarrata. Sono poi innamorato del fumetto italiano e della magica arte delle nuvolette parlanti.

D. n. 2) Elenca 3 libri, 3 film, 3 pezzi musicali che porteresti con te su un’isola deserta.

Molto difficile. Porterei “L’Odissea”, “Novecento” di Baricco e, per non sentirmi davvero solo, La Bibbia. Tra i film “L’attimo fuggente”, perché nulla si può guardare da un unico punto di vista, un capolavoro dalle mille sfaccettature come “Blade Runner” e, per riservarmi una carica di energia inseguendo un idea e tanta splendida musica, “The Blue’s Brothers”. Tre pezzi musicali sono impossibili. Con me porteri sicuramente due album: “Blue’s” di Zucchero, con il quale ho scoperto la musica alla fine degli anni 80, e qualcosa dei Pink Floyd, artisti inarrivabili, probabilmente “Wish You Were Here”. Il terzo sarebbe un piccolo cd autoreferenziale: il demo tape registrato, a fine 2000, con gli amici in una sala di registrazione. Il raggiungimento di un piccolo sogno.

3) Qual è il difetto che proprio non sopporti nelle persone?

La falsità e l’ipocrisia.

4) La qualità che preferisci in una persona?

La capacità di guardarti negli occhi e di dire ciò che pensa con educazione, rispetto e trasparenza.

5) Qual è stata, se c’è stata, la persona che ha avuto un ruolo importante  nella tua vita sentimentale, o professionale o altro…

Nessun dubbio: mia moglie. Mi accompagna e mi sopporta da più di vent’anni. Mi ha dato le gioie più grandi della mia vita. Un affettuoso ricordo, poi, per Padre Franco Meneghel, ultimo parroco redentorista a Trezzano.

6) Qual è l’ultima cosa che ti ha emozionato tanto da farti venire il…magone?  

Nulla è paragonabile al momento in cui ho assistito alla nascita dei miei figli.

7) Qual è il tuo peggior difetto?

La cocciutaggine.

8) La tua idea di felicità?

Ogni momento passato con la mia famiglia. L’idea di poter contribuire alla realizzazione dei loro sogni.

9) Qual è il tuo più grande rimpianto?

Non aver saputo capire immediatamente la grandezza di un dono.

10) il tuo motto preferito. 

Steve Jobs: “Stay hungry. Stay foolish.” Siate affamati, siate folli.

Se la nuova amministrazione ti desse la possibilità di spendere subito 100.000 euro per Trezzano cosa faresti? 

Li impegnerei immediatamente per l’unico vero ed indispensabile investimento sul futuro: interventi sulla scuola. Riqualificazione degli immobili, degli spazi e degli arredi. Cercherei di realizzare il potenziamento e l’efficientamento del Piano per il Diritto allo Studio. Non esiste un futuro se non si forma in maniera adeguata e libera la classe dirigente di domani. Abbiamo davanti un altro difficile ventennio. I nostri figli devono essere pronti a guidare il mondo dei nostri nipoti. Getterei poi le basi per creare una struttura di passaggio tra il mondo della scuola  e il mondo del lavoro. Immagino, ad esempio, una scuola professionale orientata alla crescita delle realtà industriali del territorio, attraverso lo sfruttamento delle competenze e delle professionalità qui esistenti. Una città dei mestieri che permetta lo sviluppo della nostra città. Mi piacerebbe creare poi un’incubatrice di attività in start up che metta in collegamento idee, volontà e finanziamenti.

alb

candidati

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: