Skip to content

Comunicato Stampa del Partito Democratico di Trezzano sul Naviglio

3 maggio 2014

COMUNICATO STAMPA

Negli ultimi giorni alcuni rappresentanti di Trezzano Oltre stanno diffondendo sui social network una falsa informazione secondo la quale al ballottaggio il premio di maggioranza del 60% dei seggi del consiglio comunale scatterebbe solo se le liste che appoggiano il sindaco eletto hanno raggiunto almeno il 40% dei voti al primo turno.

Non è così.

Questa norma è valida solo in caso di vittoria al primo turno, non in caso di ballottaggio.

Esiste solo un caso in cui un sindaco eletto al secondo turno si ritrova senza maggioranza in consiglio: quello in cui le liste che sostengono il candidato perdente superino il 50% dei voti, situazione che a Trezzano è alquanto inverosimile.

A suffragare quanto abbiamo affermato, citiamo i seguenti casi:
PARMA 2012, Pizzarotti eletto sindaco con l’unica lista collegata al 19% ha ottenuto 20 seggi sui 32 del Consiglio Comunale
BRESSO 2013 Vecchiarelli eletto sindaco con tre liste collegate che sommate arrivavano al 36% ha ottenuto 10 seggi sui 16 del Consiglio Comunale
GORGONZOLA 2013 Stucchi eletto sindaco con quattro liste collegate che sommate arrivavano al 34% ha ottenuto 10 seggi sui 16 del Consiglio Comunale
SEVESO 2013 Butti eletto sindaco con due liste collegate che sommate arrivavano al 28% ha ottenuto 10 seggi sui 16 del Consiglio Comunale

È evidente che gli interventi dei rappresentanti di Trezzano Oltre rappresentino una vera e propria disinformazione, a nostro avviso con due finalità: quella di far credere ai cittadini che chi vuole governare sia costretto a apparentarsi con loro al secondo turno e quella di far nascere il dubbio che un’eventuale vittoria di Fabio Bottero potrebbe essere inficiata dall’assenza di una maggioranza in Consiglio Comunale.

Il Partito Democratico respinge con nettezza questo tentativo di intorbidire la campagna elettorale, ribadisce che eventuali apparentamenti al secondo turno saranno decisi solo e esclusivamente in base a considerazioni politiche e non meramente numeriche e che la coalizione Trezzano Bene in Comune (Partito Democratico – Insieme per Cambiare – Trezzano con Fabio) è assolutamente in grado di amministrare la città in modo autosufficiente senza ricorrere a “salvatori esterni”.

Partito Democratico di Trezzano sul Naviglio

LogoPD76455

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: