Skip to content

Fabio Bottero, il candidato sindaco del Pd per Trezzano sul Naviglio

3 novembre 2013

La scelta di candidarmi come Sindaco è una naturale conseguenza dell’impegno svolto in questi anni, dentro e fuori il Consiglio Comunale, fondato sulla volontà di contribuire alla “ripartenza” di Trezzano.

In questi anni ho avuto la fortuna di conoscere tanti concittadini impegnati in vari ambiti del nostro Comune o interessati a partecipare alle iniziative che venivano organizzate. Ho constatato con piacere che Trezzano è viva ed è ricca di persone capaci e desiderose di far crescere e tenere unita la nostra comunità.

Ringrazio il Coordinamento e tutti gli iscritti del Partito Democratico per la fiducia dimostratami.

Devo ringraziare anche tutti i concittadini che in questi mesi, a seguito del commissariamento, mi hanno invitato e sollecitato a candidarmi, questi incoraggiamenti hanno rappresentato la molla principale che mi ha spinto a prendere la definitiva decisione di candidarmi Sindaco.

In questo periodo a chi si candida viene di frequente detto che è un folle o che è un coraggioso poiché governare oggi è impossibile per molti motivi. Rispondo sempre che governare bene anche in situazioni difficili è invece possibile ed inoltre che prima o poi arriva il momento dell’assunzione di responsabilità. So anche che non sarò, non vorrò, esser solo. Da sempre penso che la forza di una organizzazione -che sia l’Amministrazione comunale, una azienda, una squadra sportiva- stia nel gruppo di persone che la compongono.

In tale direzione io e il Partito Democratico di Trezzano intendiamo muoverci: vogliamo aggregare tutte le persone che sentono di voler dare un contributo per migliorare Trezzano.

Mi piace richiamare alcuni principi che caratterizzeranno la mia candidatura e il lavoro del Comitato a sostegno: partecipazione, generosità, competenza e trasparenza, il tutto all’insegna di un fisiologico rinnovamento, mettendo al centro il concetto di legalità da attuare in ogni sua declinazione.

Vorrei trasmettere il mio entusiasmo a tutti i concittadini, possibilmente soprattutto ai giovani, che sperano in una Trezzano ben amministrata, più vivibile, più bella.

Sono convinto che siano obiettivi raggiungibili se in tanti andremo nella stessa direzione.

Trezzano è il nostro bene in comune.

 

Ho deciso di dare il via a questo percorso, che spero veda aggiungersi per strada più concittadini possibili, partendo giovedì 31 ottobre dal Bar di Adriano in via Turati. Sono nato e cresciuto in via Carducci. Abitavo al n. 50, quel cortile e il Quartiere Zingone rappresentavano il nostro mondo. I negozi di Via Turati, dietro l’angolo, erano poi i nostri punti di riferimento: il bar Ronchi poi del Loris, la panetteria di Teresa e Giuliana, il market di Silvano e Regina. Credo che in queste esperienze ci si possano ritrovare molti di noi.

Mi sembrava quindi giusto partire da dove è cominciata la mia vita da trezzanese.

Ringrazio tutte le amiche ed amici che hanno partecipato dandomi ulteriore carica e fiducia.

 

Proseguiamo nel nostro giro di Trezzano finalizzato, in particolare, a conoscere le problematiche dei vari quartieri.

Il prossimo incontro si terrà giovedì 7 novembre alle ore 18,00 al Bar-Ristorante “Pepe Nero”, via Curiel n. 15.

Vi aspettiamo

 

Fabio Bottero

fabio bottero

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: