Skip to content

Il sindaco Tomasino deve dimettersi.

21 maggio 2013

Si è avverato ciò che avevamo previsto in fase di approvazione del PGT a fine marzo in consiglio comunale.
Era evidente che sul PGT c’erano interessi poco trasparenti e inspiegabili razionalmente. Come PD da sempre avevamo espresso dubbi su molte operazioni: in particolare sull’operazione riguardante lo spostamento dell’asilo nido, una struttura che meritava solo qualche intervento migliorativo ma ancora molto valida. Non ne vedevamo la necessità e l’utilità per la popolazione. Ma questa era solo una delle molte operazioni dubbie che abbiamo segnalato fin dalla prima riunione sul PGT.
Potrei dire che sono dispiaciuto ma non sarebbe vero. Sono infatti contento che venga fuori tutto il marcio che pervade Trezzano da decenni. E’ ora di metterci alle spalle tutti questi trafficoni che hanno violentato il nostro paese portando avanti meri interessi personali. E’ per il bene di noi cittadini.
A tal proposito ringraziamo molto la Magistratura, la Guardia di Finanza e tutte le forze dell’ordine coinvolte per l’ottimo lavoro svolto. Sono una presenza fondamentale per il nostro territorio.
Apprendiamo che il Sindaco andrà dal prefetto per mettersi a disposizione. Riteniamo che non serva prendere tempo andando dal Prefetto se non per consegnare a tale autorità le proprie dimissioni che sarebbero un atto di rispetto verso i cittadini trezzanesi. E’ altresì ridicolo dire di voler restare per la cittadinanza e il bene di Trezzano dopo aver rimesso in piedi il Comune. Ci ritroviamo un Comune da ricostruire poiché distrutto definitivamente da questa amministrazione. Cosa deve succedere ancora dopo l’arresto di due assessori, di un segretario di partito e due alti dirigenti del Comune tra cui il Comandante della Polizia Locale? Proseguire con questa amministrazione sarebbe una vera indecenza che noi denunceremo in ogni sede.
Il Sindaco si assuma le sue responsabilità che sono come minimo quelle di aver conferito deleghe a persone che hanno tradito la sua fiducia. Il Sindaco non può continuare a fare la vittima. Ha commesso errori gravi nella costruzione della sua giunta peraltro cambiata più volte dal 2010 paralizzando l’attività amministrativa e dando vita a un PGT da revocare al più presto.
Qui voglio richiamare il dibattito che facemmo nella seduta di consiglio comunale del 27 febbraio scorso in cui trattammo la mozione di sfiducia all’Assessore Rossetto, da noi proposta, per la vicenda dei botti illegali in cui era coinvolto. In un paese normale non saremmo dovuti neanche arrivare in consiglio: invece in quella situazione il Sindaco difese a spada tratta il suo assessore e si assunse tutta la responsabilità di mantenere le deleghe a Rossetto richiamando tra le motivazioni, per noi per niente pertinenti, la lontana amicizia e conoscenza, l’impegno profuso nel ruolo e la moralità della persona in questione nonché la fiducia espressa allo stesso dal segretario cittadino del PDL. Quest’ultimo e determinante attestato di fiducia rivisto ora ci fa riflettere parecchio.
In quella situazione anche il capogruppo di Fratelli d’Italia, anche se poi votò a favore della sua permanenza, dichiarò chiaramente che la responsabilità di mantenere Rossetto in giunta era solo del Sindaco.
Per questo crediamo che non serva andare in giro per Istituzioni a sbattere la testa per trovare appoggi all’insostenibile idea di rimanere Sindaco. E’ una decisione che deve nascere dalla propria coscienza di amministratore volto al bene dei propri cittadini. Dimostri di avere veramente a cuore Trezzano.
Ribadiamo quindi la nostra richiesta di dimissioni del Sindaco, sia sciolta l’amministrazione comunale per l’ennesima volta a Trezzano in venti anni, venga affidato il governo del Comune al Commissario prefettizio che sarà nominato e che dovrà far ripartire l’attività comunale in attesa delle elezioni.

Fabio Bottero, Coordinatore Pd corsichese – Consigliere comunale Trezzano sul Naviglio

The Agony of Man - scultura i metallo di Steel Neal - Figment, Governors Island, New York Harbor. 2009

The Agony of Man – scultura in metallo di Steel Neal – Figment, Governors Island, New York Harbor. 2009 – Il sindaco TOMASINO LIBERI SE’ STESSO E LA CITTA’ DA QUESTA AGONIA

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: