Skip to content

Cosa ne pensiamo del Piano di Governo del Territorio proposto dalla giunta Tomasino

20 marzo 2013

 Riportiamo il nostro intervento in Consiglio Comunale su PGT per Trezzano sul Naviglio proposto dalla giunta Tomasino

Non condividiamo questo Piano di Governo del Territorio

  • Perché non ha come fine una Trezzano più efficiente, più bella, in cui sia piacevole vivere, ma la soddisfazione a pioggia di tanti interessi singoli slegati tra loro.
  • perché accentua gli squilibri della nostra città anziché risolverli.
  • perché prevede la costruzione di 236.000 mq di nuove abitazioni che con le centinaia di appartamenti già costruiti e invenduti porteranno ad un incremento abnorme (circa 9000 abitanti in più) della popolazione tale da aggravare le attuali carenze del sistema dei servizi
  • perché non manifesta la volontà di avviare la soluzione del problema viabilistico, al contrario persevera nel proporre soluzioni la cui realizzazione è insostenibile visti i costi elevatissimi; nulla si prevede in concreto perché l’asse di attraversamento nord sud possa in futuro realizzarsi.  Siamo d’accordo ad allontanare il traffico di passaggio dal centro abitato, non siamo d’accordo di farlo con una strada che sfondi pesantemente i confini del Parco sud, Antico Bosco di Terzago compreso. Il bucolico nome “Strada Parco” è una grande ipocrisia.
  • perché prevede“ambiti di trasformazione commerciale “all’imbocco dei due svincoli della tangenziale dove, sulle due Vigevanesi, sono previsti circa 104.000 mq di centri commerciali che porteranno al definitivo collasso il traffico sulle Vigevanesi
  • Inaccettabile poi la questione degli ambiti di compensazione ambientale: aree private in genere agricole che potranno essere cedute al Comune in cambio di un premio volumetrico. Questo significa che qualsiasi costruttore che volesse più volumetria di quanto concessogli dalle norme, non dovrà fare altro che acquistare una parte di queste aree e cederla al Comune. In cambio potrà costruire di più. Queste aree aumenteranno di valore a tutto vantaggio dei proprietari e a svantaggio dei cittadini che si ritroveranno a vivere in spazi più affollati e inquinati.

Siamo per un progetto di lungo periodo che, riducendo al minimo possibile i nuovi insediamenti, concentri le poche risorse a disposizione nel risanamento di aree fortemente degradate come la ex Demalena o fonte di pericolo come la Brenntag, e nella formazione di un baricentro della città intorno alla stazione.

Soprattutto riteniamo indispensabile affrontare seriamente il problema viabilistico con il completamento dei progetti  di riqualificazione avviati in passato  e  con la costruzione del secondo attraversamento del Naviglio come primo passo per estirpare traffico ed inquinamento dal centro abitato, pedonalizzare il Ponte Gobbo e, per ridurre l’attuale frammentazione urbanistica, realizzare l’asse ciclopedonale S.Lorenzo/Città Pubblica/Naviglio/Marchesina.  L’anima della città futura. Riteniamo inoltre opportuna la rinuncia al meccanismo della compensazione ambientale.

Esempio di riqualificazione virtuosa - la Piazza ad Albairate

Esempio di riqualificazione virtuosa – la Piazza ad Albairate

 

Incentivi per il risparmio energetico

Incentivi per il risparmio energetico

 

Esempio di riqualificazione virtuosa - il museo ad Albairate

Esempio di riqualificazione virtuosa – il museo ad Albairate

 

Esempio di riqualificazione virtuosa - il parco nel nuovo centro civico

Esempio di riqualificazione virtuosa – il parco nel nuovo centro civico

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: