Skip to content

MOZIONE DI SFIDUCIA nei confronti dell’Assessore Giorgio ROSSETTO

2 marzo 2013

Durante il Consiglio Comunale del 27 febbraio 2013 i gruppi Consiliari del Partito Democratico e dei Verdi hanno presentato una mozione affinchè il Sindaco Tomasino ritiri tutte le deleghe assessorili a Giorgio Rossetto, (attualmente Assessore ai Lavori Pubblici, fino a poco tempo fa anche al Commercio) a seguito del ritrovamento nel suo negozio da  parte della Guardia di Finanza di 70 chili di fuochi d’artificio proibiti, e della successiva denuncia.

Questo il testo:

                                                                  – Al Presidente del Consiglio Comunale

                                                   p.c.      – Al Sindaco di  Trezzano sul Naviglio

I sottoscritti Consiglieri Comunali chiedono di inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale la seguente

Mozione  di sfiducia nei confronti dell’assessore  Giorgio Rossetto

 Il Consiglio Comunale di Trezzano sul Naviglio

Premesso

–         Quanto stabilito dal comma secondo dell’articolo 54 della Costituzione:” i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con  disciplina ed onore ……”

–         Quanto ampiamente divulgato dalla stampa, alla fine del mese di dicembre, in merito ad una importante operazione di sequestro di fuochi d’artificio illegali condotta dalla Guardia di Finanza in cui è stato coinvolto l’assessore  Giorgio Rossetto

–         Che  trascorso un mese da tale evento non risulta che Giorgio Rossetto si sia dimesso , né che il Sindaco abbia provveduto al ritiro di tutte le deleghe

Considerato che

–         Il preesistente conflitto d’interesse tra la funzione di assessore al Commercio e la professione di commerciante di Giorgio Rossetto è reso eclatante dall’increscioso episodio in discussione. Tanto è vero che prima non ha svolto alcuna attività di prevenzione e controllo e successivamente non ha provveduto a comminare a se stesso la relativa doverosa sanzione.

–         Non è concepibile che chi è stato chiamato ad amministrare la cosa pubblica non sia esempio di correttezza e rispetto delle regole che la comunità si è legittimamente data , sia nei confronti del personale amministrativo dipendente che dei cittadini amministrati.

chiede  AL SINDACO

Di ritirare tutte le deleghe attribuite a Giorgio Rossetto per la manifesta inadeguatezza dimostrata.

 

Trezzano sul Naviglio, 22 gennaio 2013

Per il Gruppo del Partito Democratico :

Fabio Bottero

Leo Damiani

Jacopo Guastalla

Nino Russo

Per il Gruppo dei Verdi  :
Oliviero Camisani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: