Skip to content

NUOVA CATEGORIA nel blog: le NEWSLETTERs del PD

21 novembre 2010

PD NEWS- N. 23

Pag. 1

– Editoriale di Roberto Cornelli

Le primarie di domenica scorsa hanno sancito la vittoria di Giuliano Pisapia. Tutto il gruppo dirigente milanese del Partito Democratico, a partire dal sottoscritto, è impegnato da subito al fianco di Pisapia e delle forze che hanno promosso le primarie per vincere la sfida contro Letizia Moratti.
Io penso che non esistano alternative al responso delle urne: le forze del centrosinistra, di cui il Partito Democratico fa parte, hanno stretto un patto di fiducia con gli elettori delle primarie che da parte mia non sarà mai violato.
Il PD milanese ha sostenuto Stefano Boeri durante la campagna per le primarie. Lo ha fatto perché ha ritenuto giuste e innovative le idee che Stefano ha presentato alla città. Lo ha fatto perché il progetto innovativo e riformista di Boeri è il più adatto al profilo che il PD si è dato negli ultimi mesi. Lo ha fatto con coraggio ed onestà. La stessa onestà che ora ci permette di accettare il verdetto delle primarie e di stare senza tentennamenti con Giuliano Pisapia.
Senza drammi o psicodrammi, intendiamo ora aprire una riflessione profonda sui motivi della sconfitta di Boeri. Una riflessione rapida e tesa a ripartire più uniti e motivati nella campagna per Milano.
Abbiamo da subito convocato la direzione provinciale e l’assemblea degli iscritti del Partito Democratico milanese. In quelle occasioni l’intero gruppo dirigente (segretario provinciale, coordinatore dei circoli, tesoriere) rimetteCon
Pisapia per vincere a Milanoranno il proprio mandato all’esito della discussione che mi auguro sarà ampia, aperta e leale.
E soprattutto utile per riavviare la stagione delle riforme a Milano, che abbia come perno il nostro PD.
In quelle occasioni intendo ribadire le ragioni, per altro condivise a larga maggioranza dalla direzione provinciale, che hanno portato al sostegno della candidatura di Stefano Boeri. Rifletteremo sugli errori commessi e lasceremo alla sovranità delle assemblee il giudizio sul contributo che abbiamo dato.
Il progetto di Boeri è stato battuto da quello di Pisapia per molte ragioni, alcune delle quali erano di difficile interpretazione alla vigilia del voto. Il progetto di Boeri è differente per vocazione e stile a quello di Pisapia. E ciò che è accaduto con il voto apre un’inevitabile discussione sul ruolo politico del PD. Nel riaffermare la validità e l’esito del percorso delle primarie, il Partito Democratico ha il dovere di definire con precisione il proprio ruolo all’interno della coalizione del centrosinistra. Un ruolo centrale, come centrale è la strategia riformista attorno a cui ruota il progetto per cambiare Milano. Siamo convinti che riaffermando la nostra centralità come riformisti e innovatori, Giuliano Pisapia possa contare su un patrimonio irrinunciabile di idee e valori. Non esistono, per ciò che mi riguarda, altri scenari al di fuori dell’esito delle primarie da tutti noi condivise.
Roberto Cornelli, segretario metropolitano Pd

–  Le mafie si contrastano col buon governo dei territori

– Primarie: i risultati

Pag. 2

– Centro-destra frammentato: FLI lascia il governo, è crisi

– Iniziative PD: Parte la campagna porta a porta

Pag. 3

– Unione Europea : Fondi per le rinnovabili, l’Italia non perda questa occasione

– Fondo di solidarietà per le popolazioni del Veneto

Pag. 4

Agenda della settimana

Leggi l\’originale

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: