Skip to content

Un’ochetta di governo

13 novembre 2010

Mariastella Gelmini, nota ministra del governo Berlusconi (è la fantasiosa killer della scuola pubblica, quella che esegue gli ordini del Commercialista Tremonti) invitata all’inaugurazione della mostra di arte contemporanea che apre domani al Maga, a Gallarate, ha preso la parola e l’ha usata per allietare gli ospiti con un profondo discorso elettorale a favore del suo sponsor politico: “Altro che ipotesi ribaltone, piuttosto conviene continuare a fidarsi delle grandi capacità empiriche di Silvio Berlusconi”.

L’ex direttore della Tate Modern di Londra, Vicente Todolì, invitato in qualità di esperto, non l’ha presa bene (forse perchè inglese). Avrebbe anche lui dovuto tenere un discorso ma dopo l’uscita della ministra si è rifiutato: “E’ una vergogna” ha dichiarato ” In nessun paese un ministro tiene un discorso politico all’inaugurazione di un evento culturale. Sono indignato.”

Non ricordo più come ha fatto la Gelmini a diventare ministro… ah sì, ora ci sono: era stata oggetto di una mozione di censura da parte del consiglio comunale di Desenzano del Garda nel 2000 (di cui l’attuale ministro era presidente) per manifesta incapacità politica ed organizzativa, mozione promossa dal suo stesso partito di maggioranza (F.I.). In quell’occasione otto consiglieri di opposizione e sette della maggioranza ne chiesero l’allontanamento, riposizionandola sul mercato, dove gli alacri head hunters di Berlusconi non se la lasciarono sfuggire.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: