Skip to content

Question Time: Dichiarazione del Capogruppo del PD sulla modifica del regolamento comunale

20 ottobre 2010

Noi del PD siamo stati contrari alla modifica del Regolamento sulle interrogazioni, perché essa comporta una forte riduzione degli strumenti a disposizione dell’opposizione nell’esercizio del diritto/dovere a controllare, fare interrogazioni e proposte al sindaco e alla Giunta che governa la città. Il regolamento vigente fino a ieri sera non poneva limiti a tal proposito.

Da oggi un consigliere del PD ha circa tre minuti e mezzo ogni 20 giorni , questa è la cadenza media dei Consigli comunali, per assolvere al mandato di controllo che i cittadini gli hanno affidato. Cosa pensare ? La maggioranza teme l’opposizione, teme il controllo, teme le domande e dunque limita a tre minuti e mezzo ogni 20 giorni il tempo a disposizione per esercitare tale diritto/dovere.

In democrazia il processo decisionale, dopo l’analisi e la discussione, si conclude con il voto. Decide la maggioranza, il 50% +1, ed è giusto così; ma non sempre. A maggioranza non si può decidere di eliminare la minoranza né di ridurre i suoi diritti fondamentali. La dialettica assembleare, perché possa funzionare, deve seguire modalità condivise. E’ per questo che le regole del gioco, costituzioni, statuti, regolamenti assembleari, sono decisi a maggioranza qualificata. Per costringere ad una mediazione tra maggioranza e minoranza. Il compromesso da noi proposto era di buon senso: aggiungere il Question time proposto dalla maggioranza senza eliminare il diritto di interpellanza così come previsto dal vigente regolamento.

PdL e Lega hanno giustificato la loro imposizione con la scusa di sveltire i lavori. Si nascondono dietro un dito. Un dito molto piccolo! Dall’inizio del mandato abbiamo fatto sei consigli comunali; solo in tre sono state fatte interrogazioni: in quello del 26 maggio sperimentalmente con il metodo del question time abbiamo impiegato poco più di un ora , in quello del 29 settembre, dopo quattro mesi senza interrogazioni,

abbiamo impiegato un’ora esatta e in quello di ieri sera trentacinque minuti comprese le risposte del sindaco. E’ evidente che il problema non è il risparmio di tempo.

Leo Damiani capogruppo del Partito Democratico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: