Skip to content

Bonanni è un sindacalista o un trojan?

26 settembre 2010

Io, Nino Russo, ex dc, ex popolare che ha aderito prima nell’Ulivo e poi al Pd di cui sono rappresentante nelle Istituzioni locali, parlo (anzi scrivo) consapevole di disporre della stessa autorevolezza di cui s’accreditano  miei “ex amici” di militanza in quei partiti defunti: il semprepronto (a uscire dal Pd) Beppe Fioroni, detto anche “L’uomo con la valigia sull’uscio” e altri, di minor rilevanza quali Farinone, Baio, Garavaglia…E quindi, dall’alto della mia “identica” autorevolezza affermo che: 1) gli ex “amici” di cui sopra non sono autorizzati a parlare di ex popolari in genere poiché la stragrande maggioranza di uomini e donne provenienti da quel partito non s’identificano nè con lor signori né con le loro autonome iniziativa 2) respingo qualsiasi improprio coinvolgimento del mondo ex popolare, in particolare dopo aver letto rivelazioni giornalistiche secondo le quali uno dei “procuratori” della diaspora di ex popolari del Pd, sarebbe il segretario della Cisl Raffaele Bonanni. Come qualcuno sospettava da tempo…Che dire di Raffaele Bonanni, uomo complesso, segretario di quello che fu il glorioso sindacato cattolico di Anchille Grandi, Giulio Pastore, Pierre Carniti e Franco Marini se non che, pare, abbia finalmente gettato la maschera? La maschera di colui che trama nell’ombra, di chi si presenta come paladino dei lavoratori, ma in realtà svolge il compito di dividere e frantumare la grande forza  propulsiva che derivava dall’Unità sindacale. Che dire di Raffaele Bonanni, uomo complesso, segretario della Cisl che però non si preoccupa di dividere il movimento operaio e di annullare oltre mezzo secolo di storia di lotte per il riscatto sociale delle masse emarginate, in una attualità che vede il grande sindacato cattolico trasformato in una pedina nelle mani del governo di Centrodestra? Raffaele Bonanni ha finalmente gettato la maschera: egli è il “cavallo di Troia” filogovernativo con il quale sta cercando di traslocare residui e marginali ex popolari, nella grande ammucchiata centrista a suo tempo invocata dall’ex segretario della Cei, il “filo-destro” Camillo Ruini. Ecco chi è il “vero” Raffaele Bonanni. Spero che gli “ex popolari” del Pd  che lavorano per quel Pd che tutti cerchiamo di costruire, faticosamente giorno dopo giornio, abbiano finalmente capito quanto sia ambiguo Raffaele Bonanni. E, soprattutto, da che parte sta…

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: