Skip to content

Resoconto Consiglio Comunale del 6 luglio

7 luglio 2010

Come previsto, il Consiglio comunale relativo al bilancio preventivo 2010 è stato molto lungo: convocato alle 20,30; iniziato alle 21,15 (ci chiediamo se sia proprio impossibile per i politici essere puntuali) e concluso alle 3,45 del mattino.

Non possiamo dare in questa sede un resoconto completo, ci limiteremo a sottolineare gli aspetti più dibattuti.

Non c’è il buco
Finalmente anche i membri della maggioranza hanno dovuto dichiarare ufficialmente che l’amministrazione precedente non ha lasciato alcun “buco” di bilancio. Questo argomento, usato più volte in campagna elettorale e anche nei primi mesi della nuova giunta (si mormorava addirittura di un “consiglio comunale in piazza” per denunciare il buco) è definitivamente caduto.
Esiste invece una violazione del patto di stabilità, che comporta conseguenze abbastanza pesanti per il nostro Comune. Il bilancio preventivo 2010 ha come obiettivo quello di rientrare nei parametri del patto di stabilità. Il Partito Democratico condivide questo obiettivo, anche se esprime contrarietà su alcuni dei mezzi previsti.

Alienazioni di beni immobili
Uno dei mezzi per ottenere maggiori entrate e rientrare nel patto di stabilità è individuato dalla maggioranza nell’alienazione di tre beni di proprietà comunale: un complesso di box tra le vie Dante, Boito e Mazzini; un capannone in via Marchesina attualmente utilizzato da TMS; un terreno a uso abitativo in via Goldoni. L’opposizione di centro-sinistra si è dichiarata d’accordo solo sul primo punto, mentre ha espresso contrarietà alla vendita del capannone (indispensabile per le attività della TMS) e del terreno. Nonostante l’atteggiamento propositivo dei consiglieri Damiani, Russo, Bottero e Camisani che hanno proposto soluzioni alternative, la maggioranza ha opposto una rigida chiusura approvando il piano delle alienazioni presentato.

Stanziamento per il campo Fabbri
Venendo al bilancio e al piano triennale dei lavori pubblici ad esso collegato, il punto che ha fatto più discutere è la proposta di prevedere una spesa di 1.000.000 di euro per l’adeguamento del campo Fabbri. Si tratta di un intervento previsto dalla passata amministrazione, ma poi accantonato. Chiaramente è difficile sostenere la necessità e l’urgenza di una tale spesa in una situazione di bilancio complicata.
Di fronte alle proteste dell’opposizione, il Sindaco e la sua maggioranza hanno gettato la maschera: lo stanziamento è un semplice “gioco” finanziario. La previsione di uscita serve solo a giustificare le alienazioni di cui si è parlato sopra, ma la giunta non intende eseguire questi lavori. Si tratta dunque della speranza di accertare un’entrata (le alienazioni) senza ricorrere a un’uscita nell’esercizio 2010.
Durante il dibattito si è assisitito a una vera e propria “recita” del gruppo consiliare della Lega Nord che prima ha presentato un emendamento per stralciare l’intervento previsto al campo Fabbri per poi ritirarlo dopo richiesta del Sindaco. E’ stato chiaro a tutti come questa decisione fosse stata concordata in precedenza. Risultato: una gran perdita di tempo, discussioni allacciate su se stesse, la Lega che tenta (invano) di “salvare la faccia” e alla fine il bilancio approvato con il 1.000.000 di euro per il Campo Fabbri coi voti di PDL, Lega e l’astensione di Trezzano Oltre.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 7 luglio 2010 12:29

    In Sicilia il giochetto della Lega si chiama “tiatro”. Come si vede… il sole batte forte anche qui. Ma forse non… Forte abbastanza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: